18 February 2021

Civiltà delle Macchine n°1 2021

Il primo numero di “Civiltà delle Macchine” del 2021, edito da Fondazione Leonardo-Cdm, è un viaggio linguistico nelle possibili declinazioni della parola democrazia. In questa particolare fase storica, in cui le democrazie liberali sembrano essere in affanno, schiacciate dalla gestione della pandemia e dalla crisi economica, è importante riallacciare i fili che legano tra loro le parole, costruendo così un discorso che metta al centro proprio il termine democrazia.

La parola poetica, quella più pronta a rischiare, si spinge a carpire le interferenze tra sfera letteraria e politica nello scritto di Valerio Magrelli che apre la sezione dedicata al rapporto tra poesia e democrazia; lo stato di salute dei regimi democratici e delle loro leadership viene indagato in una sezione ricca di interventi, tra gli altri, quelli di Angelo Panebianco, Sofia Ventura, Serena Sileoni ed Alessandro Pajno; la debolezza delle istituzioni, il crollo demografico e le future trasformazioni energetiche sono tutti fattori con cui il sistema capitalistico dovrà fare i conti, di questo si parla nella terza parte del numero (Pietro Reichlin, Valeria Termini, Alessandra De Rose, Marcella Panucci e Alessandro Aresu).

Infine, il rapporto con la scienza, tra l’inarrestabile fenomeno delle fake news e le loro implicazioni con la politica (Antonio Nicita), l’importanza dell’empatia (Laura Boella), fino ai cambiamenti dei sistemi di voto (Francesco Clementi) e il conflitto tra rappresentanza democratica e comunità scientifica (Alessia Ciarrocchi). Apre l’ultima sezione, il testo di Antonio Pascale.

Scarica l’intero numero della rivista

Share on social networks

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Febbraio 2021

Il primo numero del 2021 è un viaggio linguistico nella parola democrazia. Le quattro sezioni della rivista analizzano le diverse sfumature del rapporto tra il regime democratico e le sue possibili declinazioni in campo poetico, politico, economico e scientifico. Sono intervenuti, tra gli altri, Valerio Magrelli, Andrea Cortellessa, Angelo Panebianco, Sofia Ventura, Pietro Reichlin, Valeria Termini, Marcella Panucci, Laura Boella e Antonio Pascale.

Museums System

The Leonardo museums bear exceptional witness to the technological and industrial memory and constitute an instrument of dialogue and constant sharing between the company and the territory. They were born out of the awareness that a large part of the industrial culture of our time is not only produced by the great cultural and educational institutions, but is also formed within companies. Living, dynamic structures, corporate museums represent a point of reference for communities and territories, centres of industrial culture open to visitors, researchers, students, economic and cultural operators.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy