03 April 2020

Diario di Arianna/5

  • Di Arianna De Luca

Ogni giorno, fino al più bel giorno: quando saremo nel dopo.

Pazienza. Ho comprato un biglietto di sola andata per non so quale posto. E devo avere pazienza. Me lo dico e me lo ripeto. Non aspetto altro di potermela raccontare, questa esperienza, come una parentesi della mia vita. Pazienza, dunque, per questa giornata e per le altre. Sono come un ricordo tra gli altri, lo diventeranno (sarà così).

Pazienza per questi arresti domiciliari. Mi ritrovo a scontarli senza avere realmente commesso un reato. Come tutti penso solo a come ingannare il tempo, a come abituarci alla situazione, aspettando di ritornare al nostro mondo – lo stesso che abbiamo lasciato parecchi giorni fa – ed è qui che risiede l’errore…

“Distanza di un metro e mascherine anche a emergenza finita”. È il titolo di un articolo. E inevitabilmente, mi ripeto: pazienza. Rileggo il titolo e scorro l’articolo. Si parla dei bar, dei locali, dei ristoranti, gli stessi che un tempo amavo frequentare. Secondo le misure restrittive messe in atto, qualora dovesse prospettarsi una ripresa delle attività, i proprietari saranno tenuti comunque a far rispettare delle norme anticontagio alla clientela.

Credo non si parlerà di “folla” per un po’ di tempo. Mi sento proprio come se avessi acquistato un biglietto di sola andata per un luogo sconosciuto. Chissà quanto manchi alla destinazione. So bene cos’ho lasciato, ma non so cosa troverò. È un senso di inquietudine che da giorni non fa altro che nutrire la mia ansia. A rimetterci saranno inevitabilmente i lavoratori impegnati in attività attinenti ai settori secondario e terziario. Le industrie dovranno disporre dei sistemi di protezione. I proprietari di alberghi e strutture turistiche dovranno sperare ridurre il numero di ipotetiche prenotazioni future. Quando inizieremo a uscire dalle nostre case, un briciolo di paura accompagnerà sempre i nostri gesti quotidiani. Pazienza.

Arianna De Luca, studentessa

Arianna De Luca, studentessa

Share on social networks

Articoli Correlati

arianna de luca
Pensieri Lunghi30 March 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi31 March 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi01 April 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi02 April 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi06 April 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi07 April 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi08 April 2020
Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Marzo 2020

Il primo numero del 2020 è un focus dedicato allo spazio, alle questioni giuridiche derivanti dalla diffusione di nuovi soggetti coinvolti nel settore spaziale, alle problematiche relative alla sicurezza, alla sostenibilità legata alla presenza di un alto numero di satelliti in orbita, nonché alle opportunità di crescita della Space Economy.

Museums System

The Leonardo museums bear exceptional witness to the technological and industrial memory and constitute an instrument of dialogue and constant sharing between the company and the territory. They were born out of the awareness that a large part of the industrial culture of our time is not only produced by the great cultural and educational institutions, but is also formed within companies. Living, dynamic structures, corporate museums represent a point of reference for communities and territories, centres of industrial culture open to visitors, researchers, students, economic and cultural operators.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy