07 April 2020

Diario di Arianna/7

  • Di Arianna De Luca

Ogni giorno, fino al più bel giorno: quando saremo nel dopo.

Un padre con una bimba in braccio in un video. Chiede soldi per dare da mangiare alla figlia.

Uno dei tanti. Uno dei tanti - tormentato dall’impotenza - in queste giornate di coronavirus.

Guardo il video e m’interrogo su tutti i chissà. Chissà cosa s’inventa questo povero padre con la figlia quando questa gli chiede una merendina. Lui non può comprargliela, e chissà su tutto il resto: pane, pasta e carne. E chissà, chissà, chissà.

Tutto questo è straziante. È ingiusto. A Palermo, in Puglia ma anche a Milano questo disagio si è tradotto nell’assalto ai supermercati. Scene che mi riportano all’assalto ai forni, studiando i Promessi Sposi. Quello che mi sembrava fosse solo qualcosa da trovare nei compiti torna nei tigì e nei video diffusi via social: negozi di alimentari derubati di notte. Gesti folli e incivili, ma per alcuni necessari.

Dopo l'assalto al forno e l'intervento delle autorità, Renzo si allontana dai tumulti, ma complica la sua situazione. Credits: Ansa

Dopo l'assalto al forno e l'intervento delle autorità, Renzo si allontana dai tumulti, ma complica la sua situazione. Credits: Ansa

Gesti, comuni in molte città italiane, che hanno determinato il provvedere verso le famiglie meno fortunate. Buoni alimentari dal valore di un milione di euro sono stati consegnati a varie regioni. E questo mi fa pensare che siamo ancora in grado di mostrare umanità e di ascoltare i bisogni dell’altro. Ma io sento il bisogno di aver particolarmente voglia di polemizzare. Credo sia uno degli effetti collaterali della reclusione. Sarà il cosiddetto “ingrediente mancante”. Purtroppo già da tempo è arrivato il momento di prendere consapevolezza della situazione e rivalutare la scala delle nostre priorità.

Quando ne usciremo migliori da queste giornate, ci ritroveremo peggiorati? Chissà.

Arianna De Luca, studentessa

Arianna De Luca, studentessa

Share on social networks

Articoli Correlati

arianna de luca
Pensieri Lunghi30 March 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi31 March 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi01 April 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi02 April 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi03 April 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi06 April 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi08 April 2020
Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2020

Quali saranno le conseguenze economiche, politiche e sociali della pandemia? È questo il focus del nuovo numero della rivista che vede gli interventi, tra gli altri, di Chiara Saraceno, Michele Fusco,Emanuele Felice e Francesco Grilllo. In apertura, inoltre, l’intervista al premio Nobel della fisica 2019 Didier Queloz.

Museums System

The Leonardo museums bear exceptional witness to the technological and industrial memory and constitute an instrument of dialogue and constant sharing between the company and the territory. They were born out of the awareness that a large part of the industrial culture of our time is not only produced by the great cultural and educational institutions, but is also formed within companies. Living, dynamic structures, corporate museums represent a point of reference for communities and territories, centres of industrial culture open to visitors, researchers, students, economic and cultural operators.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy