08 April 2020

Il tempo dei bambini/2

  • Di Donatella Trotta

Numerose iniziative si inseriscono nel solco della “solidarietà digitale”. Come #LibriInAttesa, a sostegno di case editrici e librerie indipendenti per bambini e ragazzi.

«Il nostro tempo, in questo momento, sembra essere sospeso. Ciascuno di noi è chiamato a ripensare il proprio agire, nel rispetto delle regole e seguendo il buon senso di un’ottica lungimirante, che non pensi solo all’uno, ma sia accogliente per tutti e che si riveli utile a trasformare questo tempo in una possibilità per costruire…».

L’incipit della campagna per il progetto #LibriInAttesa (https://www.facebook.com/LibriInAttesa) è una eloquente sintesi progettuale dell’inedita situazione di emergenza - non soltanto sanitaria - che stiamo vivendo. A lanciarla, in questi giorni, è una rete (in continuo aggiornamento) di case editrici e librerie indipendenti per bambini e ragazzi. Che attraverso l’idea del “libro sospeso” (presa in prestito dalla generosità napoletana del “caffè sospeso” e, ora, della “spesa sospesa”) tenta di sostenere in modo creativo il lavoro di quelle librerie indipendenti e case editrici specializzate, di piccole e medie dimensioni, costrette a chiudere per la pandemia. Ma non a fermarsi: pur nel rispetto delle disposizioni governative di “distanziamento sociale”.

E mentre parte un appello per la riapertura delle librerie firmato da molti intellettuali, questo esempio concreto si inserisce nel solco della “solidarietà digitale” proposta dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione proprio per promuovere servizi e piattaforme digitali gratuti per lavorare da remoto, leggere gratuitamente un libro e seguire lezioni da casa. Ma fa anche riflettere sull’abusata parola «crisi», che incombe non da oggi nel nostro lessico quotidiano.

Papa Francesco e Papa Benedetto XVI. Credits: www.vaticannews.va

Papa Francesco e Papa Benedetto XVI. Credits: www.vaticannews.va

Lo studioso e docente universitario bolognese Stefano Zamagni, esponente dell’Economia civile e “super consulente” dell’enciclica di Benedetto XVI «Caritas in Veritate», parla opportunamente di «crisi di senso, dunque di direzione», a proposito della crisi sistemica che stiamo vivendo. Una crisi, per lo studioso, “entropica” e non “dialettica”. Con due differenti strategie di uscita: se nel secondo caso sono interne alla crisi stessa, nel primo invece richiedono un necessario «supplemento di pensiero». Che dipende da noi: come, in altri termini, suggerisce l’ideogramma cinese per la parola “crisi”, composto dai concetti di “pericolo” più “momento cruciale”: ovvero “quando comincia (o cambia) qualcosa”. Sta solo a noi mutare in opportunità e risorsa - anziché in disastro collettivo - la novità epocale che abbiamo davanti. Perché come dice Papa Francesco, «Quella che stiamo vivendo non è semplicemente un’epoca di cambiamenti, ma è un cambiamento di epoca».

Share on social networks

Articoli Correlati

donatella trotta
Pensieri Lunghi31 March 2020
donatella trotta
Pensieri Lunghi16 April 2020
donatella trotta
Pensieri Lunghi29 April 2020
Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2020

Quali saranno le conseguenze economiche, politiche e sociali della pandemia? È questo il focus del nuovo numero della rivista che vede gli interventi, tra gli altri, di Chiara Saraceno, Michele Fusco,Emanuele Felice e Francesco Grilllo. In apertura, inoltre, l’intervista al premio Nobel della fisica 2019 Didier Queloz.

Museums System

The Leonardo museums bear exceptional witness to the technological and industrial memory and constitute an instrument of dialogue and constant sharing between the company and the territory. They were born out of the awareness that a large part of the industrial culture of our time is not only produced by the great cultural and educational institutions, but is also formed within companies. Living, dynamic structures, corporate museums represent a point of reference for communities and territories, centres of industrial culture open to visitors, researchers, students, economic and cultural operators.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy