28 November 2019

Intervento del Presidente del Consiglio Conte nel corso della conferenza sullo statuto etico e giuridico dell’intelligenza artificiale

L'intervento del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso della conferenza sullo “statuto etico e giuridico dell’intelligenza artificiale” di Fondazione Leonardo Civiltà delle Macchine

“I compiti del presidente del Consiglio sono tanti. E tra questi anche quello di dare una prospettiva, progettare il Paese che vogliamo. Ecco perchè vengo qui a confrontarmi con voi e cogliere gli spunti delle vostre ricerche". Così il Primo Ministro Giuseppe Conte intervenendo alla Camera dei Deputati per la conferenza “Statuto etico e giuridico per l’Intelligenza artificiale” organizzata dalla Fondazione Leonardo.

“Lo sviluppo dell’Intelligenza artificiale è una questione di assoluto rilievo e di carattere strategico per l’azione di governo in virtù della prospettiva di progresso e crescita”.

L’umanesimo digitale promosso dalla Fondazione è stato condiviso da Conte: “l’etica e il diritto guidano e orientano lo sviluppo tecnologico, dobbiamo porci il problema di governare i processi e di indirizzare la rivoluzione tecnologica”.

Nel suo intervento il Premier ha citato l’uomo antiquato di Günther Anders che diventando subalterno alle macchine da lui create, ne avverte il dislivello rispetto ai propri mezzi fino a sentirsi inadeguato e perdendo centralità. Ulteriore menzione a Martin Heidegger e il “rischio di sviluppo acefalo della tecnica” e infine all’apprendista stregone di Johann Wolfgang von Goethe come esempio da evitare per rilanciare la formazione all’innovazione nell’era digitale.

L'intervento

Il Presidente Conte alla Conferenza sullo statuto etico e giuridico dell’intelligenza artificiale

Share on social networks

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2020

Quali saranno le conseguenze economiche, politiche e sociali della pandemia? È questo il focus del nuovo numero della rivista che vede gli interventi, tra gli altri, di Chiara Saraceno, Michele Fusco,Emanuele Felice e Francesco Grilllo. In apertura, inoltre, l’intervista al premio Nobel della fisica 2019 Didier Queloz.

Museums System

The Leonardo museums bear exceptional witness to the technological and industrial memory and constitute an instrument of dialogue and constant sharing between the company and the territory. They were born out of the awareness that a large part of the industrial culture of our time is not only produced by the great cultural and educational institutions, but is also formed within companies. Living, dynamic structures, corporate museums represent a point of reference for communities and territories, centres of industrial culture open to visitors, researchers, students, economic and cultural operators.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy