28 November 2019

La conferenza sullo statuto etico e giuridico dell’intelligenza artificiale in numeri

Ai due giorni della Conferenza sullo statuto etico e giuridico dell’intelligenza artificiale, presso la Camera dei Deputati, hanno preso parte più di 320 tra accademici, esperti del settore, rappresentati delle istituzioni e del mondo imprenditoriale.

Tra i presenti Nella nuova Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari, che ha ospitato l’assemblea plenaria, anche Viktor Elbling, Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania in Italia; Nuria Sanz Gallego, direttrice UNESCO del Messico; Stéphanie Lacour, direttrice di ricerca presso il CNRS francese e Kazuo Inumaru, partner fondatore di Ethic Intent e Professore di Antropologia Sociale, Management Giapponese, Gestione delle Risorse Umane e Comunicazione Cross-culturale.

Hanno partecipato ai lavori anche 45 studenti provenienti dall’Istituto Tecnico per il Turismo Cristoforo Colombo e l’Istituto di Istruzione superiore Lattanzio, e 40 studenti universitari delle Facoltà di Ingegneria della Sapienza Università di Roma e dell’Università di Roma Tre.

Nel corso dell’assemblea plenaria della prima giornata di lavori, a seguito della presentazione dei paper di Fondazione Leonardo, sono intervenuti diversi discussant del mondo accademico internazionale ed esperti del settore high-tech: Roberto Battiston, presidente della Fondazione E. Amaldi e già presidente dell’ASI – Agenzia Spaziale Italiana; Paolo Benanti, professore straordinario della Facoltà di Teologia della Pontificia Università Gregoriana; Olivier Fontibus, presidente del Comitato Pratiche Legali del Consiglio Nazionale Forense francese; John E. Jackson, professore di unmanned and robotic system presso lo US Naval War College; Jean Lassègue, direttore di ricerca presso il CNRS francese; Dory Reiling, honorary senior judge dell’Amsterdam district Court e Mariarosaria Taddeo, deputy director del Digital Ethics Lab dell’Oxford Internet Institute.

Durante la seconda giornata di lavori si sono tenute 4 sessioni di lavoro parallele che hanno esplorato i problemi etici e giuridici dell’intelligenza artificiale in diversi campi di applicazione: il tavolo di lavoro su IA e medicina coordinato da Carlo Casonato, professore ordinario di diritto pubblico comparato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento, ha visito la partecipazione di circa 35 esperti in materia; il tavolo di lavoro su IA e finanza coordinato da Ruggero Gramatica, CEO di Yewno, ha coinvolto circa 30 personalità del mondo finanziario e bancario; il tavolo su IA e sicurezza coordinato da Laurent Sissmann, Unmanned System Manager Leonardo, ha avuto un’ampia affluenza con più di 60 tra esperti e studenti; da ultimo circa 40 giuristi hanno partecipato al tavolo di lavoro su IA e giustizia coordinato da Oreste Pollicino, professore ordinario di diritto costituzionale presso l’Università Bocconi.

Share on social networks

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Marzo 2020

Il primo numero del 2020 è un focus dedicato allo spazio, alle questioni giuridiche derivanti dalla diffusione di nuovi soggetti coinvolti nel settore spaziale, alle problematiche relative alla sicurezza, alla sostenibilità legata alla presenza di un alto numero di satelliti in orbita, nonché alle opportunità di crescita della Space Economy.

Museums System

The Leonardo museums bear exceptional witness to the technological and industrial memory and constitute an instrument of dialogue and constant sharing between the company and the territory. They were born out of the awareness that a large part of the industrial culture of our time is not only produced by the great cultural and educational institutions, but is also formed within companies. Living, dynamic structures, corporate museums represent a point of reference for communities and territories, centres of industrial culture open to visitors, researchers, students, economic and cultural operators.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy