06 April 2021

La settimana postumana. Notizie dall’onlife #8

  • Di Francesco Pontorno

L’asteroide non fa più paura

Il nome è perfetto, quello dell’antica divinità egizia che rappresentava il male, il caos, le tenebre. Apophis, così si chiama l’asteroide che ci ha messo paura per un po’. Scoperto nel 2004, avrebbe dovuto collidere con la Terra nel 2029, nel 2036 e lievemente nel 2068. Ma adesso la NASA ci rincuora. Serviranno almeno 100 anni prima che l’asteroide colpisca il nostro pianeta. Abbiamo tempo.

Eroici ma sostenibili

Il ciclismo cambia. Non solo per la tecnologia che accompagna tutte le innovazioni di quel mezzo meraviglioso che è la bici. Dal primo aprile, infatti, i ciclisti non potranno più liberarsi della borraccia per strada, come avevano sempre fatto. L’avrebbero buttata quando meglio credevano e poi si sarebbe occupato di raccoglierla un tifoso a bordo strada. Ma forse no. E se la borraccia fosse rimasta a inquinare per millenni? Per questo, il nuovo regolamento prescrive di gettare le borracce solo nella zona verde, pena l’eliminazione.

Miracoli dell’e-commerce

Siamo in Francia, nel cuore della Borgogna, poco a sud di Digione. I monaci dell’abbazia di Cîteaux (quella della riforma cistercense e di Bernardo di Chiaravalle) si sono ritrovati con circa tre tonnellate di formaggio invenduto (4.000 forme). Lo smerciavano attraverso i ristoranti e il turismo, ma il commercio si è bloccato a causa del covid. Idea: piazzare tutto online! Ed ecco che grazie all’operazione formaggio e alla Divine Box i monaci hanno svuotato il magazzino in 24 ore.

Share on social networks

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Febbraio 2021

Il primo numero del 2021 è un viaggio linguistico nella parola democrazia. Le quattro sezioni della rivista analizzano le diverse sfumature del rapporto tra il regime democratico e le sue possibili declinazioni in campo poetico, politico, economico e scientifico. Sono intervenuti, tra gli altri, Valerio Magrelli, Andrea Cortellessa, Angelo Panebianco, Sofia Ventura, Pietro Reichlin, Valeria Termini, Marcella Panucci, Laura Boella e Antonio Pascale.

Museums System

The Leonardo museums bear exceptional witness to the technological and industrial memory and constitute an instrument of dialogue and constant sharing between the company and the territory. They were born out of the awareness that a large part of the industrial culture of our time is not only produced by the great cultural and educational institutions, but is also formed within companies. Living, dynamic structures, corporate museums represent a point of reference for communities and territories, centres of industrial culture open to visitors, researchers, students, economic and cultural operators.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy