16 October 2020

Sampdoria, uno struggente amore. Sampdoria, immutabile amore

  • Di Lorenzo Licalzi

Cosa significa essere tifoso della Sampdoria, ed esserlo, ahimè, da almeno cinquant’anni? Cercherò di spiegarlo nel modo più sintetico possibile raccontando una breve, si fa per dire, storia emozionale: la mia, perché credo sia quella di molti. La si potrebbe intitolare, citando un famoso saggio di Francesco Alberoni: innamoramento e amore. Sono nato a Sampierdarena, per quale altra squadra avrei dovuto tifare? L’impatto emotivo con quella destinata a diventare la mia squadra del cuore avvenne quando avevo dieci anni, e fu cromatico. Mio padre mi portò per la prima volta allo stadio. A quei tempi la televisione era in bianco e nero, non immaginavo che il prato potesse essere così verde, gli striscioni così colorati, e tutto l’insieme così festoso, rumoroso, affollato, ma soprattutto non immaginavo che le maglie della Sampdoria, viste dal vivo, sulla pelle dei giocatori, potessero essere così smaglianti, tanto da attaccarsi immediatamente anche sulla mia. Quel giorno iniziò la fase dell’innamoramento, che durò a lungo e fu costellata da gioie e dolori, soprattutto dolori, ma sempre vissuti in qualche modo con gioia. L’innamoramento divenne Amore, assoluto e totalizzante, con la Sampdoria di Paolo Mantovani, del quale assorbii gli insegnamenti che ancora oggi mi porto dentro.

(Da sinistra) Roberto Mancini, 424 presenze e 132 gol con la maglia blucerchiata; Paolo Mantovani, storico presidente della squadra dal 1979 al 1993 ; Gianluca Vialli, 223 presenze e 85 gol

(Da sinistra) Roberto Mancini, 424 presenze e 132 gol con la maglia blucerchiata; Paolo Mantovani, storico presidente della squadra dal 1979 al 1993 ; Gianluca Vialli, 223 presenze e 85 gol

Che dire di quegli anni? Non li potrei raccontare in modo esaustivo neppure se avessi a disposizione centomila battute, quindi mi limiterò a descriverli con due parole: struggente nostalgia. E con i due vertici della gioia che provai: la vittoria della prima coppa Italia e quella dello scudetto. Dolori? Nessuno, o meglio, un pugnale piantato nel cuore quando Koeman segnò con quella maledetta punizione nella finale di Coppa dei Campioni (io c’ero), e lo spaesamento per la cessione di Vialli. Un anno dopo – più precisamente il 16 ottobre del 1993 – mentre la Heritage Hall Marching Band suonava “What a Friend We Have in Jesus” (io c’ero), tutto sarebbe rimasto uguale ma niente come prima. Il drammatico e commovente passaggio di testimone al figlio Enrico, l’elegante e faticosa proprietà della famiglia Garrone, furono la fase matura di questo amore, dove la condivisione è totale, l’intimità è un privilegio e i ricordi ancora freschi delle palpitazioni passate, sono uno stimolo per viverne intensamente delle nuove. Fino ai giorni nostri, o più precisamente al 12 giugno 2012, quando la conferenza stampa dell’attuale presidente fu un dolore perfino maggiore della maledetta punizione di Koeman. Dolore che provo ancora oggi, con immutato amore.

Share on social networks

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Settembre 2020

Il focus di questo numero è dedicato al doppio anniversario dell’Archivio e della Fondazione Ansaldo, con uno sguardo rivolto anche su Genova. L’intervista al pittore Liu Xiaodong apre invece la sezione sulla Cina; e ancora, un racconto di Barbara Frandino sull’astronomo Aristarco di Samo, e i disegni di Gastone Novelli per “Il bagno di Diana” di Pierre Klossowski.

Museums System

The Leonardo museums bear exceptional witness to the technological and industrial memory and constitute an instrument of dialogue and constant sharing between the company and the territory. They were born out of the awareness that a large part of the industrial culture of our time is not only produced by the great cultural and educational institutions, but is also formed within companies. Living, dynamic structures, corporate museums represent a point of reference for communities and territories, centres of industrial culture open to visitors, researchers, students, economic and cultural operators.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy