21 maggio 2021

24 maggio 2021 Giornata Europea dei Parchi – “Respira il Parco”

  • Di Redazione

I Parchi e le Aree naturali protette costituiscono un patrimonio unico e prezioso da vivere e da tutelare. Ogni anno il 24 maggio si festeggia la Giornata Europea dei Parchi, per ricordare il giorno in cui, nel 1909, fu istituito nel Sarek in Svezia il primo parco europeo.
Bisogna ricordare questa data, per riaffermare l’importanza di tutelare l’ambiente e la biodiversità.
Il tema prescelto quest’ anno è “il Respiro” nella e della natura delle nostre aree protette.

Le aree protette rappresentano un vanto per l’Italia. In Italia esistono 871 aree protette, per un totale di oltre 3 milioni di ettari tutelati a terra, circa 2.850mila ettari a mare e 658 chilometri di costa. I parchi nazionali sono 24 e coprono quasi 1,5 milioni di ettari a terra e 71mila a mare; le Aree marine protette, invece, sono 29, per un’estensione di circa 222mila ettari e ad esse occorre aggiungere due parchi sommersi ed il Santuario internazionale dei mammiferi marini, con altri 2.5 milioni di ettari protetti, per un totale di 32 Aree marine protette (dati del VI aggiornamento dell´Elenco Ufficiale delle Aree protette – Ministero della Transizione Ecologica, già Ministero dell’ambiente e della tutela territorio e del mare).
La quantità e la qualità di superficie italiana protetta è superiore alla media europea e tra le piu’ grandi a livello mondiale.
Le aree protette italiane costituiscono una componente essenziale di due obiettivi strategici per il benessere dei cittadini, la protezione della natura e dell’ambiente e lo sviluppo economico, per un futuro sano e sostenibile.

In Italia il 3.12.1922 è stato istituito il primo Parco nazionale, il Gran Paradiso; successivamente con relative leggi sono stati istituiti altri tre parchi storici, l’ 11.01.1923 il Parco nazionale d’Abruzzo, diventato nel 2001 Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio, Molise, il 25.01.1934 il Parco nazionale del Circeo e il 24.04.1935 il Parco nazionale dello Stelvio.
Successivamente sono stati istituiti altri Parchi nazionali negli anni ’70 e con la Legge 6 dicembre 1991, n. 394 “Legge quadro sulle aree protette”.
La Legge 394/1991 è stata fortemente sostenuta dall’Associazione nazionale di protezione ambientale G.R.E. Gruppi Ricerca Ecologica nata nel 1978, riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, tuttora promotrice di varie attività, il cui impegno si racchiude nell’ “ambientalismo dei valori” - Proteggere, Agire, Ricercare, Tutelare, Educare.

“Lo Stato non deve essere contro la natura, deve essere organico, nel senso che sono tutte le sue parti a collaborare per il bene comune, come l'uomo deve imparare dalla natura, così lo Stato deve guardare ad essa come modello, non può l'uomo porsi contro natura”.

Rutilio Sermonti

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2021

Per ricostruire il paese serve un nuovo rapporto tra testa e mani. Per far ciò è necessario superare il gap formativo esistente tra le competenze scientifiche e quelle umanistiche. Il secondo numero del 2021 di Civiltà delle Macchine è dedicato alle prospettive che si aprirebbero con una trasformazione degli istituti tecnici in licei tecnologici, strumenti fondamentali per il perseguimento di un nuovo umanesimo digitale. Sono intervenuti, tra gli altri, Danco Singer, Marianna Madia, Barbara Frandino, Luciano Floridi, Paolo Crepet, Francesco Palmieri e Antonio Manzini.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica e tecnologica del Gruppo.

Con il patrimonio industriale che custodiscono, i Musei e gli Archivi vogliono essere un punto di riferimento culturale per rafforzare l’identità di Gruppo e promuoverla come valore all’esterno.

Il Sistema Museale intende diffondere quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, i musei e gli archivi sono strumenti per la permanenza di una storia nella società, conservandone e tramandandone i valori. Come ponti immaginari da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy