06 aprile 2020

Battiato è tutt’altra cosa

  • Di Peppino Caldarola

La scrittrice Michela Murgia nella sua rubrica su YouTube, dal titolo “Buon vicinato”, ha criticato aspramente i testi di Franco Battiato.

Michela Murgia, scrittrice che sta molto in tv, ha stroncato con disprezzo le canzoni, e le parole delle canzoni, di Franco Battiato. Gusti. Tuttavia la risposta di chi non condivide le opinioni della Murgia non deve essere ritorsiva. Io, per esempio, non ho mai letto un romanzo della Murgia e tengo questa notizia per me.

Michela Murgia è una scrittrice, blogger e drammaturga italiana

Michela Murgia è una scrittrice, blogger e drammaturga italiana

Il tema del conflitto è Battiato.

Noi in Italia abbiamo avuto e ancora abbiamo grandi musicisti. Mi ha, ad esempio, colpito che una canzone di Gianni Morandi fosse nel film coreano premio Oscar e che Joan Baez, nel dedicare un canto all’Italia, abbia scelto un’altra canzone di Gianni.

Battiato è tutt’altra cosa. E’ un poeta, ti porta sui saliscendi del mondo, delle culture e della musica facendoti fare esperienze inedite.

E’ un autore non conformista, mai prevedibile, sensibile alla musicalità orientale e alla cultura dei popoli slavi. Poi la voce. Unica. Una voce in cui si sente la sicilianitudine per quella parte in cui essa si trasforma in un dialetto universale del mondo.

Battiato dicono che non stia molto bene. Io lo incontrai all’aeroporto di Bari tanto tempo fa, quando ero deputato, e mi accorsi che mi fissava con insistenza. Non capii se era sorpreso che non lo salutassi considerandomi persona nota (almeno in quell’aeroporto) o perché fossi un fan poco coraggioso.

Probabilmente ero io a fissarlo cercando lo sguardo e un saluto, poi sai la timidezza!

Franco Battiato - Centro di Gravità Permanente

Ricordo una splendida serata barese a casa del sociologo Franco Cassano, mio amico del cuore, quando sua moglie, Luciana, mia amica e insegnante, ci fece ascoltare “cerco un centro di gravità permanente”. Da allora io lo sto cercando con lui.

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2020

Quali saranno le conseguenze economiche, politiche e sociali della pandemia? È questo il focus del nuovo numero della rivista che vede gli interventi, tra gli altri, di Chiara Saraceno, Michele Fusco,Emanuele Felice e Francesco Grilllo. In apertura, inoltre, l’intervista al premio Nobel della fisica 2019 Didier Queloz.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, adiacenti ai siti produttivi. Con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica, industriale e tecnologica, i musei vogliono essere un punto di riferimento culturale per le nuove generazioni e per i territori in cui sono situati.

Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, il ‘Sistema Museale’ intende essere uno strumento di conoscenza di quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Come un immaginario ponte da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy