18 febbraio 2021

Civiltà delle Macchine n°1 2021

Il primo numero di “Civiltà delle Macchine” del 2021, edito da Fondazione Leonardo-Cdm, è un viaggio linguistico nelle possibili declinazioni della parola democrazia. In questa particolare fase storica, in cui le democrazie liberali sembrano essere in affanno, schiacciate dalla gestione della pandemia e dalla crisi economica, è importante riallacciare i fili che legano tra loro le parole, costruendo così un discorso che metta al centro proprio il termine democrazia.

La parola poetica, quella più pronta a rischiare, si spinge a carpire le interferenze tra sfera letteraria e politica nello scritto di Valerio Magrelli che apre la sezione dedicata al rapporto tra poesia e democrazia; lo stato di salute dei regimi democratici e delle loro leadership viene indagato in una sezione ricca di interventi, tra gli altri, quelli di Angelo Panebianco, Sofia Ventura, Serena Sileoni ed Alessandro Pajno; la debolezza delle istituzioni, il crollo demografico e le future trasformazioni energetiche sono tutti fattori con cui il sistema capitalistico dovrà fare i conti, di questo si parla nella terza parte del numero (Pietro Reichlin, Valeria Termini, Alessandra De Rose, Marcella Panucci e Alessandro Aresu).

Infine, il rapporto con la scienza, tra l’inarrestabile fenomeno delle fake news e le loro implicazioni con la politica (Antonio Nicita), l’importanza dell’empatia (Laura Boella), fino ai cambiamenti dei sistemi di voto (Francesco Clementi) e il conflitto tra rappresentanza democratica e comunità scientifica (Alessia Ciarrocchi). Apre l’ultima sezione, il testo di Antonio Pascale.

Scarica l’intero numero della rivista

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Febbraio 2021

Il primo numero del 2021 è un viaggio linguistico nella parola democrazia. Le quattro sezioni della rivista analizzano le diverse sfumature del rapporto tra il regime democratico e le sue possibili declinazioni in campo poetico, politico, economico e scientifico. Sono intervenuti, tra gli altri, Valerio Magrelli, Andrea Cortellessa, Angelo Panebianco, Sofia Ventura, Pietro Reichlin, Valeria Termini, Marcella Panucci, Laura Boella e Antonio Pascale.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica e tecnologica del Gruppo.

Con il patrimonio industriale che custodiscono, i Musei e gli Archivi vogliono essere un punto di riferimento culturale per rafforzare l’identità di Gruppo e promuoverla come valore all’esterno.

Il Sistema Museale intende diffondere quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, i musei e gli archivi sono strumenti per la permanenza di una storia nella società, conservandone e tramandandone i valori. Come ponti immaginari da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy