11 settembre 2019

Civiltà delle Macchine n°2 2019

La civiltà e le macchine, attraverso la terra.
Ecco il secondo numero della nostra rivista.

La sezione "Futuri" è dedicata alla precision farming, l'agricoltura di precisione su cui scrive Nuria Sanz, che segna la nostra epoca dalla lontananza delle campagne, fornendo l'80% della produzione alimentare mondiale. L'aratro guidato dai satelliti, il suolo non infinito che ha bisogno del nostro studio instancabile e del nostro rispetto. Il giardino e la città nella tradizione islamica, la tecnologia in cucina. La grande poesia europea tracciata con il rigore del pensiero.

La storia. Il racconto di Giulietta, firmato da Pietrangelo Buttafuoco. Fine anni Cinquanta tra Taormina e Parigi. Ecco la Giulietta Spider, auto finalmente donna tra tanti Romeo.

I "Pensieri lunghi" su filosofia e scienza nelle interviste a Fabiola Gianotti e Julian Nida-Rumelin.

Lo sport in declinazione digitale, tra algoritmi e data science, ma attraverso la voce intelligente e tutta umana di Carlo Ancelotti e Davide Mazzanti.

Ancora, arte, musica, memoria. Il mondo letto attraverso il linguaggio dinamico della scienza e il piacere della scrittura. Obiettivo, sempre, di ogni pagina della nostra rivista.

Leggi ora il secondo numero

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2021

Per ricostruire il paese serve un nuovo rapporto tra testa e mani. Per far ciò è necessario superare il gap formativo esistente tra le competenze scientifiche e quelle umanistiche. Il secondo numero del 2021 di Civiltà delle Macchine è dedicato alle prospettive che si aprirebbero con una trasformazione degli istituti tecnici in licei tecnologici, strumenti fondamentali per il perseguimento di un nuovo umanesimo digitale. Sono intervenuti, tra gli altri, Danco Singer, Marianna Madia, Barbara Frandino, Luciano Floridi, Paolo Crepet, Francesco Palmieri e Antonio Manzini.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica e tecnologica del Gruppo.

Con il patrimonio industriale che custodiscono, i Musei e gli Archivi vogliono essere un punto di riferimento culturale per rafforzare l’identità di Gruppo e promuoverla come valore all’esterno.

Il Sistema Museale intende diffondere quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, i musei e gli archivi sono strumenti per la permanenza di una storia nella società, conservandone e tramandandone i valori. Come ponti immaginari da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy