03 aprile 2020

Diario di Arianna/5

  • Di Arianna De Luca

Ogni giorno, fino al più bel giorno: quando saremo nel dopo.

Pazienza. Ho comprato un biglietto di sola andata per non so quale posto. E devo avere pazienza. Me lo dico e me lo ripeto. Non aspetto altro di potermela raccontare, questa esperienza, come una parentesi della mia vita. Pazienza, dunque, per questa giornata e per le altre. Sono come un ricordo tra gli altri, lo diventeranno (sarà così).

Pazienza per questi arresti domiciliari. Mi ritrovo a scontarli senza avere realmente commesso un reato. Come tutti penso solo a come ingannare il tempo, a come abituarci alla situazione, aspettando di ritornare al nostro mondo – lo stesso che abbiamo lasciato parecchi giorni fa – ed è qui che risiede l’errore…

“Distanza di un metro e mascherine anche a emergenza finita”. È il titolo di un articolo. E inevitabilmente, mi ripeto: pazienza. Rileggo il titolo e scorro l’articolo. Si parla dei bar, dei locali, dei ristoranti, gli stessi che un tempo amavo frequentare. Secondo le misure restrittive messe in atto, qualora dovesse prospettarsi una ripresa delle attività, i proprietari saranno tenuti comunque a far rispettare delle norme anticontagio alla clientela.

Credo non si parlerà di “folla” per un po’ di tempo. Mi sento proprio come se avessi acquistato un biglietto di sola andata per un luogo sconosciuto. Chissà quanto manchi alla destinazione. So bene cos’ho lasciato, ma non so cosa troverò. È un senso di inquietudine che da giorni non fa altro che nutrire la mia ansia. A rimetterci saranno inevitabilmente i lavoratori impegnati in attività attinenti ai settori secondario e terziario. Le industrie dovranno disporre dei sistemi di protezione. I proprietari di alberghi e strutture turistiche dovranno sperare ridurre il numero di ipotetiche prenotazioni future. Quando inizieremo a uscire dalle nostre case, un briciolo di paura accompagnerà sempre i nostri gesti quotidiani. Pazienza.

Arianna De Luca, studentessa

Arianna De Luca, studentessa

Condividi sui Social

Articoli Correlati

arianna de luca
Pensieri Lunghi30 marzo 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi31 marzo 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi01 aprile 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi02 aprile 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi06 aprile 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi07 aprile 2020
arianna de luca
Pensieri Lunghi08 aprile 2020
Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2020

Quali saranno le conseguenze economiche, politiche e sociali della pandemia? È questo il focus del nuovo numero della rivista che vede gli interventi, tra gli altri, di Chiara Saraceno, Michele Fusco,Emanuele Felice e Francesco Grilllo. In apertura, inoltre, l’intervista al premio Nobel della fisica 2019 Didier Queloz.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, adiacenti ai siti produttivi. Con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica, industriale e tecnologica, i musei vogliono essere un punto di riferimento culturale per le nuove generazioni e per i territori in cui sono situati.

Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, il ‘Sistema Museale’ intende essere uno strumento di conoscenza di quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Come un immaginario ponte da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy