25 maggio 2020

Il mito della macchina e la visione di Trivellato

  • Di Amelia Cartia

Dal garage del padre alla scuderia automobilistica. Una vita di successi dedicata anche a sport e cultura.

Un bastone col manico curvo, barba bianca e sguardo azzurro, pacifico. L’ultimo ricordo di Francesco Trivellato, per la “sua gente”, i suoi 450 dipendenti, è questa immagine familiare: un video di ringraziamenti e auguri diffuso dal patron veneto pochi mesi fa. L’imprenditore, patron del gruppo di concessionarie Trivellato e del gruppo sportivo Trivellato Racing Team, è scomparso sabato ad Arcugnano, in provincia di Vicenza, all’età di ottantadue anni.

Francesco Trivellato

Francesco Trivellato

Le sedici concessionarie del gruppo restano adesso nelle mani del figlio Luca, che raccoglie un’eredità nata da lontano. Una storia familiare quella dei Trivellato, partita nel 1922 da un garage a Porta Padova dove il padre Giuseppe, un “ragazzo del ’99”, finita la Prima Guerra Mondiale prese a riparare motociclette, in primis la sua, quella con cui faceva le gare su circuiti cittadini. Alla fine degli anni ’20 da riparatore divenne rivenditore, e poi dalle due ruote passò alle quattro, riparando e vendendo anche automobili.

Negli anni 60 il garage diventa concessionaria ufficiale per Vicenza del marchio Mercedes-Benz, aprendo le prime filiali in Italia. Sono questi i tempi in cui Francesco e il fratello Jacopo, entrati ancora “con i calzoni corti" in azienda, affiancano all’attività imprenditoriale quella sportiva, fondando la scuderia automobilistica Trivellato Racing Team, che gareggerà nei campionati di Formula 3, con alla guida il maggiore dei due fratelli, Jacopo, e che scoprirà alcuni dei piloti destinati poi a guidare in Formula 1. È questa la spinta che fa di un business qualcosa di più: negli anni infatti Trivellato si occuperà di sport - e anche di iniziative culturali - in modo attivo: ne sono esempi la partnership con le società calcistiche L.R. Vicenza Virtus e Hellas Verona, oltre che la vicinanza al mondo del ciclismo e della pallacanestro. Trivellato fu infatti tra i fondatori del Vicenza Basket. C’è infine l’innesto artistico e culturale che della creatività ha saputo fare industria, che nel 1996 ha dato vita, proprio su impulso del gruppo Trivellato, al Vicenza Jazz Festival.
Una storia che si lega a quella che è stata la concessionaria più antica d’Italia, il piccolo garage di Porta Padova, a Vicenza.

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2020

Quali saranno le conseguenze economiche, politiche e sociali della pandemia? È questo il focus del nuovo numero della rivista che vede gli interventi, tra gli altri, di Chiara Saraceno, Michele Fusco,Emanuele Felice e Francesco Grilllo. In apertura, inoltre, l’intervista al premio Nobel della fisica 2019 Didier Queloz.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, adiacenti ai siti produttivi. Con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica, industriale e tecnologica, i musei vogliono essere un punto di riferimento culturale per le nuove generazioni e per i territori in cui sono situati.

Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, il ‘Sistema Museale’ intende essere uno strumento di conoscenza di quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Come un immaginario ponte da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy