07 ottobre 2019

Olivetti Lettera 22

  • Di Mariella Giammarini

Lettera 22, progettata nel 1950 dal designer e pubblicitario Marcello Nizzoli, ha linee essenziali e gioca con una vivace varietà cromatica: nasce per essere un oggetto unico e tuttavia popolare; il suo stile inconfondibile viene riconosciuto, premiato nel 1954 e poi accolto nell’ empireo del MOMA.

Lettera 22 è oggi pezzo cult del modernariato, oggetto feticcio delle nostalgie d’antan di alcune generazioni. Questa assunzione nel catalogo degli oggetti mito del periodo ruggente dell’industria italiana non rende però giustizia alla più famosa macchina da scrivere di casa Olivetti. Se il catalogo delle efficaci immagini pubblicitarie, che l’hanno fatta entrare tra gli oggetti d’uso quotidiano degli italiani, presenta un prototipo nato per essere funzionale, efficiente, leggero, colorato come non si era mai pensato dovesse essere uno strumento di lavoro, non va trascurato il suo valore iconico. Le caratteristiche formali esprimono un’etica: la filosofia industriale e sociale di Adriano Olivetti.

Lettera 22 è l’espressione oggettivata di un’idea, di un progetto industriale consapevole di essere anche, e soprattutto, progetto culturale, un modello di Comunità, parola chiave del sogno olivettiano."

Olivetti Lettera 22

Olivetti Lettera 22

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2021

Per ricostruire il paese serve un nuovo rapporto tra testa e mani. Per far ciò è necessario superare il gap formativo esistente tra le competenze scientifiche e quelle umanistiche. Il secondo numero del 2021 di Civiltà delle Macchine è dedicato alle prospettive che si aprirebbero con una trasformazione degli istituti tecnici in licei tecnologici, strumenti fondamentali per il perseguimento di un nuovo umanesimo digitale. Sono intervenuti, tra gli altri, Danco Singer, Marianna Madia, Barbara Frandino, Luciano Floridi, Paolo Crepet, Francesco Palmieri e Antonio Manzini.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica e tecnologica del Gruppo.

Con il patrimonio industriale che custodiscono, i Musei e gli Archivi vogliono essere un punto di riferimento culturale per rafforzare l’identità di Gruppo e promuoverla come valore all’esterno.

Il Sistema Museale intende diffondere quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, i musei e gli archivi sono strumenti per la permanenza di una storia nella società, conservandone e tramandandone i valori. Come ponti immaginari da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy