10 ottobre 2019

La rete compie 30 anni. Né prima, né dopo, ma durante internet

  • Di Giovanni Diamanti

Sono nato mentre il Muro stava cadendo, e sono cresciuto “insieme” a internet: ricordo il rumore straziante dei primi modem arrivati a casa a metà anni novanta, mentre ero alle elementari, e la comodità del Wi-Fi qualche anno dopo.

Internet, per la mia generazione, non è stato una “rivoluzione”, ma un semplice dato di fatto. Non abbiamo potuto verificare il “prima” e il “dopo”, ma abbiamo vissuto il “durante”.

Eppure, per me internet porta con sé una enorme carica simbolica, paradossalmente non tanto orientata al “futuro” quanto legata al passato: è grazie a internet che ho scoperto gli angoli più nascosti, e affascinanti, della politica, una parte fondamentale della mia vita. Per conoscere gli uomini e i momenti che hanno fatto la storia recente d’Italia, l’archivio digitale di Radio Radicale o quello di qualche quotidiano sono una Bibbia illuminante. Quale miglior modo per ascoltare i discorsi di Craxi in parlamento? Quale migliore strumento per studiare l’opinione pubblica ai tempi del rapimento Moro, per comprendere appieno le divisioni laceranti di intere comunità avvenute in occasione di congressi partitici storici come la Bolognina o Fiuggi?

La rete per me è stata ed è una sorta di macchina del tempo: geniale e magica allo stesso tempo.

Giovanni Diamanti, classe 1989, è socio cofondatore e amministratore di Quorum e YouTrend. Docente di Storytelling politico alla Scuola Holden, è membro del direttivo dell’Associazione Italiana di Comunicazione Politica. Editorialista e commentatore politico. Nel 2019 ha pubblicato, con Lorenzo Pregliasco “Fenomeno Salvini” edito da Castelvecchi.

Giovanni Diamanti, classe 1989, è socio cofondatore e amministratore di Quorum e YouTrend. Docente di Storytelling politico alla Scuola Holden, è membro del direttivo dell’Associazione Italiana di Comunicazione Politica. Editorialista e commentatore politico. Nel 2019 ha pubblicato, con Lorenzo Pregliasco “Fenomeno Salvini” edito da Castelvecchi.

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2020

Quali saranno le conseguenze economiche, politiche e sociali della pandemia? È questo il focus del nuovo numero della rivista che vede gli interventi, tra gli altri, di Chiara Saraceno, Michele Fusco,Emanuele Felice e Francesco Grilllo. In apertura, inoltre, l’intervista al premio Nobel della fisica 2019 Didier Queloz.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, adiacenti ai siti produttivi. Con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica, industriale e tecnologica, i musei vogliono essere un punto di riferimento culturale per le nuove generazioni e per i territori in cui sono situati.

Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, il ‘Sistema Museale’ intende essere uno strumento di conoscenza di quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Come un immaginario ponte da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy