18 febbraio 2021

Un laboratorio naturale a Ca’Tron, Cattolica Assicurazioni punta sull'innovazione agricola

  • Di Camilla Povia

Ca’ Tron è un’area vicino a Treviso, affacciata sulla Laguna di Venezia, che si estende su duemila ettari, due province e quattro comuni. Cattolica Assicurazioni ha preso quello spazio e lo ha trasformato in un laboratorio naturale a cielo aperto per sperimentare innovazioni agricole con l’obiettivo di valorizzare l’eccellenza di un territorio. Lo racconta Panorama in un lungo articolo di Marco Morello che è rimasto affascinato dalla più grande tenuta agricola a corpo unito della Regione, immersa nel cuore del Veneto.

Lì, in quell’area, si incontrano sistemi evoluti per irrigare quanto basta e quando serve, sensori scrupolosi che fanno la conta delle sementi utilizzate valutandone poi la resa, satelliti che indicano gli appezzamenti da coltivare e fertilizzare, stazioni meteo super tecnologiche e macchine agricole mastodontiche che si guidano quasi da sole.

Vista aerea della Tenuta Cà Tron

Vista aerea della Tenuta Cà Tron

Visto da qui, sembra un polo dell’innovazione composto da terreni vicini tra loro, acquisiti negli anni a partire dal 2012 e che oggi rappresentano praticamente una fetta di Regione. Fabrizio Stella, responsabile delle Tenute e direttore delle attività extra assicurative di Cattolica, svela al settimanale il progetto di “far nascere una centrale che produrrà biometano, un carburante verde alimentato dagli scarti dell’agricoltura”. L’idea è quella di investire anche su un centro di formazione d’eccellenza per la telemedicina, ora che le conseguenze della pandemia ci stanno abituando a familiarizzare col tema. “La domanda non è ancora in linea con l’offerta”, fa notare Fabrizio Stella.

Ca’ Tron è una realtà che ha fatto della sostenibilità, ricerca, formazione, verde e salute i valori su cui puntare per il futuro. Del resto qual è il senso della responsabilità sociale se non avere un impatto positivo sul territorio in cui si opera?

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Febbraio 2021

Il primo numero del 2021 è un viaggio linguistico nella parola democrazia. Le quattro sezioni della rivista analizzano le diverse sfumature del rapporto tra il regime democratico e le sue possibili declinazioni in campo poetico, politico, economico e scientifico. Sono intervenuti, tra gli altri, Valerio Magrelli, Andrea Cortellessa, Angelo Panebianco, Sofia Ventura, Pietro Reichlin, Valeria Termini, Marcella Panucci, Laura Boella e Antonio Pascale.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica e tecnologica del Gruppo.

Con il patrimonio industriale che custodiscono, i Musei e gli Archivi vogliono essere un punto di riferimento culturale per rafforzare l’identità di Gruppo e promuoverla come valore all’esterno.

Il Sistema Museale intende diffondere quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, i musei e gli archivi sono strumenti per la permanenza di una storia nella società, conservandone e tramandandone i valori. Come ponti immaginari da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy