09 marzo 2020

Topolino celebra la scienza al femminile

  • Di Camilla Povia

Intervista a Luisa Torsi, professoressa ordinaria di Chimica all'Università di Bari e membro del Cda di Fondazione Leonardo.

Ad avvicinare le bambine e le ragazze alle discipline scientifiche e tecnologiche questa volta ci ha pensato Topolino. Nell’ultimo numero del fumetto, infatti, Paperina invita due scienziate della “Quack Foundation” che riusciranno a conquistare tutti gli abitanti di Paperopoli con i loro racconti e le loro scoperte. Una di loro è in realtà Luisa Torsi, professoressa ordinaria di Chimica all'Università di Bari e membro del Cda di Fondazione Leonardo.

“L’iniziativa di Topolino, grazie alla sinergia tra Panini Comics e Fondazione Bracco, è molto importante in un momento come questo perché rischiamo di perdere i talenti delle bambine. Al momento, analizzando i dati delle università di tutta Europa, risultano solo il 31% di donne che si iscrivono a corsi di laurea Stem (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica). Il restante 19% sceglie altre discipline, rispetto agli uomini che invece continuano a privilegiare materie scientifiche al 50%. Purtroppo siamo ancora prigionieri di un retaggio culturale che vede la scienza non consona ad una donna. Arrivare attraverso Topolino alle bambine e dire loro che possono scegliere quello che “piace” e non solo quello che è “adatto”, significa provare a non perdere quei talenti”.

Luisa Torsi ospite del n.3354 di Topolino

Luisa Torsi ospite del n.3354 di Topolino

In Italia ancora oggi le donne in posizioni dirigenziali sono poche in tutti i settori. Dalle cattedre universitarie, ai Cda, è un problema diffuso a macchia d’olio.

“In questo momento a occhio e croce solo un 20% di donne è in posizioni apicali. Ed è una percentuale che dovrebbe arrivare al 50% per riuscire ad ispirare le ragazze più giovani. Le donne hanno un approccio mediamente diverso da quello degli uomini, è una diversità che dovrebbe essere ricchezza e che invece si esprime a fatica. E’ un processo lento che subisce anche battute di arresto”.

Per restare attuali, sono donne anche le ricercatrici che hanno isolato per prime il ceppo italiano del Coronavirus.

“Sì e infatti non hanno ruoli apicali. Le ricercatrici dello Spallanzani sono solo uno degli esempi. Quante di loro diventano primari o direttori generali? Bisognerebbe riflettere su questo ma ora come ora non vedo particolare attenzione alla diversità in generale, anche se divulgata dalle donne”.

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Marzo 2020

Il primo numero del 2020 è un focus dedicato allo spazio, alle questioni giuridiche derivanti dalla diffusione di nuovi soggetti coinvolti nel settore spaziale, alle problematiche relative alla sicurezza, alla sostenibilità legata alla presenza di un alto numero di satelliti in orbita, nonché alle opportunità di crescita della Space Economy.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, adiacenti ai siti produttivi. Con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica, industriale e tecnologica, i musei vogliono essere un punto di riferimento culturale per le nuove generazioni e per i territori in cui sono situati.

Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, il ‘Sistema Museale’ intende essere uno strumento di conoscenza di quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Come un immaginario ponte da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy