03 maggio 2021

Vola un QR code tra le nubi di Shanghai

  • Di Francesco Pontorno

Stati Uniti, 1980. Tony Montana si affaccia nella notte di Miami e scorge il dirigibile pubblicitario della Pan Am: "The world is yours".

Cina, 2020. Si vola nei cieli dell'homo ludens. O si annuvola la volta celeste della distopia e si attinge al preculturale. Vola un QR code tra le nubi di Shanghai, come le proiezioni dei video sui palazzi, la tecnica del mapping tanto di moda per festeggiare le metropoli, o i cartelloni pubblicitari dinamici. Ma qui tutto è ancora più volatile, imprendibile. Vola un QR code tra le cuspidi e le guglie contemporanee e coloratissime di Shanghai, come fosse il faro intenso e pesante che richiama all'azione Batman, ma stavolta con dei lievi pipistrelli elettronici a comporre l'enorme quadro digitale nell’atmosfera. È questa l'immagine nei cieli della capitale economica della Cina, ma anche la fotografia di dove è diretta la rappresentazione del mondo, sempre in bilico tra la chimera del self-actualization e l’orrore della spersonalizzazione, della dispersione nel cyberspazio in cui nessuno sa dove ci si trovi di preciso.

Nei cieli di Shanghai si alzano quindi 1.500 droni. È così che l'azienda di video streaming cinese Bilibili, un business tutto a spinta generazione Z (sono i nati tra la metà degli anni Novanta e il 2010), ha scelto di festeggiare il primo anniversario dell’uscita nel Paese del gioco di ruolo Princess Connect! Re:Dive, sviluppato però in Giappone. Sabato 17 aprile, dopo uno spettacolo di luci in movimento, gli oggetti volanti si sono ricomposti in un gigantesco QR code attraverso cui poter scaricare contenuti e il gioco da installare nello smartphone.
La tecnologia del QR code è molto utilizzata in Cina, per il download di informazioni, per il marketing, per i pagamenti di ogni tipo. Ed è quel QR code che incombe sulle nostre teste il simbolo sicuro e indolente della crescita boom dell’economia cinese. Così antica e profonda, ma così veloce, bruciante e fuori dalle nostre cronistorie da festeggiare un anno dalla release di un gioco.

Condividi sui Social

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Febbraio 2021

Il primo numero del 2021 è un viaggio linguistico nella parola democrazia. Le quattro sezioni della rivista analizzano le diverse sfumature del rapporto tra il regime democratico e le sue possibili declinazioni in campo poetico, politico, economico e scientifico. Sono intervenuti, tra gli altri, Valerio Magrelli, Andrea Cortellessa, Angelo Panebianco, Sofia Ventura, Pietro Reichlin, Valeria Termini, Marcella Panucci, Laura Boella e Antonio Pascale.

Sistema Museale

Il Sistema Museale Integrato si presenta quale realtà unica in Italia comprendente musei, archivi storici e altre realtà espositive proprietà di Leonardo, con l’obiettivo di valorizzare e comunicare la memoria storica e tecnologica del Gruppo.

Con il patrimonio industriale che custodiscono, i Musei e gli Archivi vogliono essere un punto di riferimento culturale per rafforzare l’identità di Gruppo e promuoverla come valore all’esterno.

Il Sistema Museale intende diffondere quell’evoluzione tecnologica che è parte del presente e soprattutto del nostro futuro. Promossi da volontari e seniores, per rivolgersi in particolar modo ai giovani, i musei e gli archivi sono strumenti per la permanenza di una storia nella società, conservandone e tramandandone i valori. Come ponti immaginari da attraversare, qui si racconta quel progresso di cui, ancora oggi, Leonardo è protagonista.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy